Saturday, January 20, 2007

Torino, universiadi poco universali

Oggi parliamo di Torino.
Città di nostradamus e di Nietzsche.Città a pianta romana quindi tutta a quadratoni e città che è riuscita a complicarsi nei suoi quadrati sociali. Anche Mark Twain scrisse su Torino e mi dispiace per i torinesi ma non la trovò molto differente dal resto d'Italia, sud compreso, strano il mondo, no?=
Io non sono di Torino e mi sento di precisarlo ma ultimamente mi ci trovo spesso anche senza ritrovarmi.
Torino è quel posto strano che si ritiene ospitale e ideatore di un modello di integrazione (con molta ingiustificata arroganza).
Torino è stata capitale e la storia d'Italia è stata scritta tante e troppe volte da Torino,.
I bei palazzi, le belle vie...la bella storia e i re... E i Lager dei Savoia? E la politica coloniale?
e i cartelli negli anni 60 QUI non si affitta ai meridionali?
Ma questa è storia, non è la storia di sicuro, perchè ognuno può averne una sua visione, però è una storia e questo secondo me è indicativo.
Torino oggi è degradata, qualsiasi non torinese che vi arrivi se ne accorge subito:
dalle prostitute che aspettano i clienti in pieno pomeriggio, ai ragazzetti che spacciano in giro per le strade, ai ritrovamenti mattutini di quel che forse è avvenuto la notte precedente.
Torino per i torinesi è bellissima, viva il campanilismo e le cento campane italiane!
Ti dicono che è bella e anche queso è opinabile, per me non è nulla di speciale...
Poi ci parli coi torinesi e coi loro discorsi ti riviene in mente che una parte della storia non regge.
"Torino è più sicura di Genova" ti dicono, sarà ma io a Genova certe cose non le ho mai viste in anni di mia permanenza a Genova SE GHE PENSU...
"Torino è più bella di Milano" certo questo è un fatto opinabile e non mi ci metto per nulla a discutere, considerando che non conosco Milano...
"Torino è tollerante" e poi nemmeno tanto sotto vedi che ce l'hanno ancora coi meridionali che a dire loro hanno portato tutta la criminalità mentre questi arabi beh non è colpa loro...e per strada vedi un fallimento totale del sistema integrativo...
Torino è anche questo ma non solo questo...è anche una città dalla mentalità micragna...
organizza eventi come le Universiadi, dal nome altisonante ma dal significato ignorato universalmente( forse universiadi deriva da ciò?) , eventi che non escono fuori dai confini di Torino: a Milano manco sanno cosa siano e stessa cosa ad Acqui Terme, figurarsi...le televisioni le snobbano e il mondo pure...
Eventi di contorno: i concerti, chiamano i subsonica e li dividono in due gruppi per pagarli due volte e fare due serate poiper il restto tutti gruppi che non escono da torino a parte qualche eccezzione...e questo a Milano non lo sanno, no per nulla, non c'è nulla che parli di questo...l'ufficio stampa delle Universiadi? boh sarà impegnato a telefonare due volte ai sub sonica...e a Torino beh, ce l'hanno sempre con Milano, Milano di qua, Milano di là, Milano è ad un' ora con l'alta velocità, ma a Milano?
In stazione centrale ad esempio non trovi mica solo gadget del Milan e dell'Inter, è un esempio indicativo, loro sanno dell'esistenza di altro al di fuori di Torino, cosa che a Torino non se ne accorgono,non ne hanno percezione, avendo un giornale definito nazionale che ha due forum calcistici dedicati solo al Torino e alla Juventus. Io li porterei a chi cura questi forum provinciali, un giorno alla stazione di Milano a vedere lì come stranamente ci siano oggetti della Juve...ma no loro sono così aperti e intolleranti a tutto...e portano Cacciari a sbottare: con un basta a questi sabaudi! Beh a Milano, Torino non se la filano proprio, ma proprio per nulla. A Milano hanno rivalità con Roma per altri motivi.

No comments: