Sunday, January 14, 2007

Se una spia polacca non può diventare arcivescovo di Varsavia, può una camicia bruna reggere il pontificato?

La nazione polacca ancora una volta al centro.

Di solito si colloca la Polonia ad est, mai ad ovest e raramente qualcuno si accorge che quello è il centro dell’Europa relegato dalla storia troppo spesso e volentieri ad oriente, cioè ai nostri margini perché noi ci votiamo all’occidentalesimo.

Wielgus, ex spia dei servizi segreti polacchi è stato la prima vittima della nuova Lustracja.

Con il termine lustracja si intende un ripulisti storico: ovvero portare alla luce quello che saccadde segretamente durante il regime comunista.

Wielgus durante il regime comunista firmò delle carte, dove prometteva cooperazione e collaborazione con i servizi segreti.

Wielgus è anche un prete e doveva essere, anzi lo è stato, primate della città di Varsavia e già era pronta la sua insediatura nella storica cattedrale varsaviana di San Giovanni.

Ora ricordatevi che la Polonia ha un governo di destra, accusato spesso delle solite cose, da corruzione a anti semitismo.Un governo plaudente alla lustracjia, annunciata in pomposità e promettente altre nuove teste.

Peccato che stavolta la questione non si puramente interna o politica ma riguarda il cuore dell’Europa stessa.

E’ andata a toccare la religione e il Vaticano da par suo si è subito sentito sotto attacco.

Strano che nessun giornale abbia collegato questa vicenda al fatto che il pontificato sia retto da un ex camicia bruna hitleriana, ricordo che all’insediamento di Papa Ratzinger la questione venne tirata fuori dai giornalisti. Ora no, i giornalisti sono impegnati , sono Criminali in erba. Questo è per farvi capire cosa penso, leggete tra le righe. Apprezzo tra l’altro la coerenza di Ratzinger,che per carità, almeno è calato nel uso ruolo, deve fare il Papa, traghettare la chiesa, verso dove non lo so, ma questo sta facendo ne più e ne meno e anzi qualche suo monito contro la società o contro questo tipo di società io lo apprezzo.

Non sto trattando questo argomento come una notizia, perché una notizia non lo è , ve l’hanno spacciata come tale.

Ma invece hanno fatto solo giudizi, qualche raro commento e un pò di sana approssimazione come sempre, poi sono occupati con Erba, perfino i funerali, e di Ustica? Sentito qualcosa?

Tanto paga la Polonia, paga Wielgus, soprattutto quando nessuna sua azione a danni di altre persone è stata comprovata dagli stessi servizi segreti, si ha firmato, ma non ha fatto del male a nessuno, anzi ha salvato più persone in una sorta di doppio gioco.

Ora a lui si applicano metodi moderni, gli stessi applicati a Saddam ma fortunatamente per lui con risultati diversi, giustizia iniqua, processi veloci e feroci.

Si giudica l’idea che si ha di una persona e troppe volte la si condanna.

Giudicare le azioni? Sarebbe bello ma come si fa a sperare che chi non fa nulla possa giudicare ciò che non conosce?

No comments: