Saturday, January 06, 2007

il piccolo buddha e il grande raccoglie

C’era una volta in una regione sperduta dell’Asia, non so nemmeno dove sia e se vi interessa a ndate a documentarvi, in una regione così povera che gli abitanti non avevano I pod o Nike, in una regione per l’appunto così che ha generato una società diversa dalla nostra, c’era una volta un piccolo Buddha che se ne stava a meditare per fatti suoi sotto una pianta. Arrivò un americano e disse per quanto mediti? Il buddha meditando non rispose. Arrivò un tedesco e chiese ma non mangi? Il buddha come prima non si scompose ma stizzito cambiò albero. (Più semplice che cambiare casa.) Se ne andò a meditare per fatti suoi qualche alberello più in là, lontano da mp3, media , soldi, americani, tedeschi. Poi arrivò un italiano e lo riprese mentre meditava, scompose la ripresa fotogramma per fotogramma e vide che il piccolo Buddha aveva aperto l’occhio nella sua fase di meditazione. Si girdò allo Scoop. Ma allora io dico, quale dei due dovrebbe meditare maggiormente? Il buddha che se ne sta per fatti suoi o questo italiano ( leggeteci simbolicamente altro) che è andato fino a là per riprenderlo e smontare qualcosa che forse quella terra ha bisogno? Morale orientale di questa storia adatta all’occidentale:Sentitevi liberi di insultare chiunque

No comments: