Saturday, January 27, 2007

giornata della memoria

27 gennaio

Giornata della memoria.

Il giorno in cui apersero i cancelli di Auschwitz al mondo.

Il giorno in cui parte degli orrori dell’umanità uscirono allo scoperto.

Il giorno in cui il vaso di Pandora si ruppe.

Ora questa giornata è proclamata giorno della memoria, cioè per ricordare ciò che avvenne.

Se ne parla, si polemizza, c’è chi nega e chi strumentalizza, in fondo la natura dell’uomo è torbida.

Rutelli, Irving, Mastella tutti su tutto.

Ora si organizzano manifestazione per ricordare.

Io n e ricordo una, molto semplice e bella, organizzata al mio paese natale.

Nel luogo dove sorgeva la sinagoga, ora centro storico, si tiene una semplice e sentita cerimonia.

Si leggono delle testimonianza (l’immancabile Primo Levi) e si accendono 97 candele (97 sono le persone che furono portate via da lì e richiuse poi nei campi di concentramento).

Semplice e sentita dicevo.

Cioè, se uno vuole fare le cose le fa, mica è obbligato.

Basta avere sensibilità.

Già che vedo mancare ogni giorno sempre di più.

In una città più grossa (che secondo me è insensibile) c’era quello che una volta era chiamato tempio israelita, ora dentro vi è un bel museo del cinema.

Bello davvero, ma chissà cosa diremmo noi se in un paese non cattolico dentro ad una vecchia chiesa sorgesse un famoso museo del cinema?

Forse nulla, la maggioranza, ma sono sicuro che qualcuno parlerebbe.

E poi è il 27 in questa strana città che si fa i suoi calcoli senza dare conto a nessuno, senza sensibilità per l’appunto.

Giornata della memoria uguale a notte bianca. Bella davvero.

Concerto, musei aperti, locali e negozi animati da iniziative.

Un po’ come dire balla che ti passa.

Balla su Auschwitz che ti passa tanto il vaso di Pandora è aperto!!!

No comments: