Monday, January 01, 2007

Ghost world- un mondo fantasma e fantasmi nel mondo

Crescere, vedere il mondo con i propri occhi e rielaborarlo in una personalissima visione del creato, porta tutto verso un solo senso: seguire sé stessi, fuori dai binari comuni e vivere per l’arte. Ghost World è la storia di un mondo fantasma, o dei fantasmi che ci sono al mondo, che passano attorno a noi troppo concentrati a integrarci in un mondo poco avvezzo al buon senso e ai valori delle cose che non siano questi materiali o economici. Due amiche, Enid (Thora Birch) e Rebecca (Scarlett Johansonn) dopo il diploma affrontano il mondo. Crescendo, integrandosi o meno. Scegliendo se vivere in un mondo fantasma o di essere fantasmi nel mondo. Una visione amara, cruda senza filtro, una descrizione del mondo occidentale e della sua continua decadenza morale e del suo condannare sentenziando troppo in fretta, emarginando tutto ciò che non è competitivo, rendendoli fantasmi.I fantasmi del film sono molti, dal semi protagonista Seymour ( Steve Buscemi)timido maniaco collezionista, all’amico Josh, al cliente eccentrico del SideWinder, al signore sulla sedia a rotelle, fino al vecchio che aspetta da due anni un autobus ad una fermata che è stata cancellata. Non vi rovino il finale di un film vero, per pochi appassionati, tratto da una misconosciuta serie a fumetti (perfino io faccio fatica a trovarla), ma il finale sicuramente non sorprendente ma gradevole vi alleggerirà. I dialoghi son ben scritti, e se capite un po’ l’inglese affrontatelo in lingua originale, il doppiaggio italiano è in alcune voci davvero irritante. Molte citazioni e molte fasi di una crescita annunciata attraversano questo splendido film, a voi il gusto.

Ps la recensione è stata scritta da un fantasma

No comments: