Saturday, January 27, 2007

Countdown a Crisi Infinita

“Sono un insetto. E’ questo che pensano. E’ così che la pensavano anche mamma e papà...”

E’ questo l’inizio della saga, con parole kafkiane Ted Kord dapprima si spoglia per poi rivestire il suo alter ego: Blue Beetle.

Quel Blue Beetle che negli anni 90 Giffen e De Matteis avevano portato nell’olimpo del Dc Universe con la sua affiliazione alla Justice League of America (JLA). Quella stessa JLA dove militava anche la scontrosa Lanterna Verde Guy Gardner, vero e proprio caposaldo di un approccio rabesco all’azione. Era una JLA prova dei grossi calibri e dei nomi storici, no a Superman e Wonder Woman per capirci, era una giustizia sevita da membri come Booster Gold, Black Canary, Mister Miracle, Red Rocket, Martian Manhunter, Dr. Fate, Dr. Light, Capitan Marvel e lo stesso Blue Beetle. Altri tempi davvero quelli in cui i super eroi potevano ridere e far ridere e l’essenza stessa della league era un’allegra baracca ricca di forti personalità discordanti. Ma i tempi e le cose cambiano, passano gli editor, gli autori, le idee e le mode, nei comics come in ogni cosa. Così la League si vede costretta a riprendere tra le sue fila i campioni per antonomasia di etica e morale, come il granitico Superman e la trasparente Wonder Woman (possiede pure un jet invisibile nda!) e relega ai suoi margini proprio quei personaggi che furono fautori dei principali cambiamenti e delle principali caratterizzazioni.

Come Beetle e Gold, pedine inconsapevoli del gran burattinaio Maxwell Lord e dei suoi piani.

Con la corsa dei tempi i cattivi nei fumetti non sono più dittatori o criminali dai poteri sovraumani, ma uomini d’affari ( come Lord) o uomini politici ( nel cosmo Dc, la nemesi di Superman, Lex Luthor, siede alla Casa Bianca).

Ma tornando ai nostri eroi Beetle e Booster, chi può mai prenderli sul serio? Non di sicuro chi ha fatto della coerenza una delle sue linee d’azione, come Batman..

Ma lo Scarabeo Blu (animale letterario praghese) è testardo e quando incappa nei fili di una cospirazione, che prevede lo sterminio o la strumentalizzazione dei meta umani più potenti(venendo a conoscenza dei loro punti deboli e delle loro identità segrete, un po’ come smontare il loro Io del supero IO) per poter così poi governare tranquillamente il mondo, non molla.

La congiura stringe i tempi e le sue maglie si fanno sempre più strette screditando Ted Kord nelle sue identità.

Nel secondo capitolo riaffiorano i sensi di colpa che arrivano a prendere corpo nel veloce e rapido scontro con i Madmen, una banda di super dopati anfetaminici che ben ricordano il Creeper della League di Giffen e De Matteis.

Qui il suono malevolo di un ghigno inquietante viene spezzato dalla luce dell’amicizia: il ritorno in azione di Booster Gold ( che dopo una serie di eventi tragici si era ripromesso di non indossare il suo costume).

Booster in crisi d’identità e finanziaria, rinuncia a girare uno spot pubblicitario, per aiutare l’amico dei suoi tempi migliori. E tra gli spazi bianchi delle tavole si legge benissimo che il raggio di Booster splende più nella notte che la luce smeraldina di Hal Jordan!!

Ma le tenebre si fanno sempre più minacciose e il nemico si mostra.

La cospirazione svela le sue fila: Calculator, Luthor, DeathStroke, dottor Psycho, Black Adam, Talia eun vendicativo Dr Light; tutti uniti in una multinazionale del male.

Quando il male arriva al potere, con cosa può combattere il bene male in arnese?

Con la fantasia della magia.( questa risposta è applicabile in ogni caso!)

Il primo Beetle, Dan Garret, ricevette i suoi poteri da una divinità egizia tramite un amuleto raffigurante uno scarabeo.

Ted Kord, il Beetle attuale, recentemente entra in possesso dello scarabeo magico ma non riesca a farlo funzionare.

Booster Gold...su di lui si dice in giro che venendo dal futuro sappia cosa stia per accadere e che così eviti gli scontri peggiori.

Ma quando Superman andò giù( vedi Funeral for a friend e Doom’s day), Booster si prese uno dei primi colpi di quel mostro arrivato per uccidere Supes, e lui sapeva ma si prese lo stesso quel colpo.

E i veri eroi hanno poteri veri? Mentre Ted pensa questo un fulmine pseudo magico mette fuori gioco Booster, lasciando così da solo Blue Beetle contro le forze del male.

A questo punto si illumina lo scarabeo magico per portare l’aiuto del Mago Shazam ( colui che dona i poteri magici a Capitan Marvel e a tutta la famiglia Marvel a Fawcett city).

L’aiuto in questione è la conoscenza. Beetle ora sa ma non comprende.Sa che c’è Luthor dietro tutto ciò ma non comprende ancora perché.

Nel penultimo capitolo la verità viene impersonificata dalla principessa amazzone Diana di Themiscyra (Wonder Woman per i più).

E tu che sei il protagonista, Beetle, sei un insetto ma in verità sei anche un uomo e per un attimo puoi dimenticare la paura e raccontare la verità a chi ti crede, anche solo per pochi minuti, perché poi un freddo marziano ti ricollocherà nell’ombra dei perdenti mentre su un lontano pianeta alieno si combatte una guerra a cui non vieni destinato.

“Quando si è piccoli, essere un eroe sembra la cosa più facile del mondo”

Ma da grandi non sempre è così.

Sei in bancarotta, il tuo unico e migliore amico è ricoverato con gravi ustiono sul corpo e sai che dietro a tutto ciò c’è qualcosa e qualcuno molto più grande di te.

Vai a trovare Booster in ospedale e smetti i tuoi panni da insetto, li lasci lì sulla luna dove stanp quegli esseri fantastici, quelle divinità e quelle personalità sovra umane.

E tu sulla terra nelle ultime battute finali del capitolo 4 ritorni uomo:

“Qualunque cosa succeda, gli dica che non è colpa sua. Gli dica che non è colpa sua, che l’ho detto io e gli dica che non ho mai avuto un amico migliore di lui”

E’ la fine, è la fine quando Batman ti mette in attesa e ti restano solo le preghiere che conosci per te e per il tuo amico contro un nemico che sa tutto di te ma che non ti capisce.

Un nemico che chiama l’amicizia con il termine di “associazione”, così come per lui “associata” è una sorella morta.

Ad un passo dal tuo file, ti chiedi cosa sappiano e cosa non sappiano di te.

Per un attimo non sai se ridere o piangere, sanno che sei morto ma non ti spiegano come.

Morirai provandoci, com’è giusto fare.

Ti hanno chiamato Ted Kord.

Sei il secondo Blue Beetle.

Qualche volta ti hanno chiamato eroe e ti chiedi se ci sarà mai un terzo Beetle e speri che chiunque esso, o essa, sia, faccia meglio di quanto abbia fatto tu.

Un colpo di pistola e muori, uomo vissuto e i super eroi non ridono più

1 comment:

Anonymous said...

finance idustrial all fico score.
bugiallis.
chasecreditcard.
chase credit card.
refinance mortgage loan.
[url=http://refinance-mortgage-loan.110mb.com][/url]